Archivio mensile:novembre 2016

Pet therapy 3-6 anni

Standard

Sabato 3 Dicembre ore 10.00

Conducono: Guido Giuliano e Gilda

(Operatore cinofilo brevettato Pet Therapy CRI facente parte del Gruppo cinofilo provinciale CRI di Novara).

L’incontro si terrà presso i locali del Centro Perinatale Maia, in via Alessandro Volta 28 Arona (fraz. Montrigiasco).

Costo: € 10,00 per i tesserati, € 13,00 per i non tesserati (sconto per fratelli).

E’ necessario prenotarsi inviando una mail a: centroperinatalemaia@gmail.com o un sms al numero: 392.5694549

Pet therapy dicembre.jpg

Annunci

Serata tematica: L’inCanto della nascita

Standard

“L’inCanto della nascita: gravidanza e post-partum accompagnata dalla musica.

Il grembo materno è la prima “dimora musicale” nella quale ogni bambino per nove mesi vive, cresce, viene cullato ed è collegato con l’ambiente esterno. Attraverso il mondo sonoro una madre dialoga con il suo bambino, creando dentro di sé uno spazio per lui che non è solo fisico ma anche mentale. La nascita allora può essere vissuta non come punto di partenza ma come la naturale prosecuzione di un cammino già avviato.
La serata verrà condotta da un’ostetrica e da una musicoterapista con l’obiettivo di mettere in luce come, attraverso il canale sonoro-musicale, mamme e anche i papà possano essere accompagnati a conoscere il proprio figlio ancor prima di poterlo vedere e toccare.

serata musicoterapista - ostetrica.jpg

Il Centro Maia consiglia…

Standard

Erik Satie – Gymnopédie

 

Le Gymnopédies sono tre opere per pianoforte composte da Erik Satie e pubblicate nel 1888 a Parigi. Concepite come tre brani autonomi riuniti in un’unica raccolta, le Gymnopédies, insieme alle Gnossiennes, sono tra le prime opere pianistiche del compositore francese e sono espressione della semplicità strutturale, che sarà presente, anche se in forme diverse, in tutta la sua produzione.
Oggi proponiamo l’ascolto della prima Gymnopédie, probabilmente il brano più conosciuto di Satie, utilizzato spesso nel cinema e presente nei ricordi di molte persone che però, talvolta, non sanno ricondurre la nota e delicata melodia al suo autore. Il brano é in re maggiore e modula durante il suo sviluppo in diverse tonalità, fino a chiudere inaspettatamente in re minore. La linea melodica dolce e lenta parte con un pianissimo per poi variare ma sempre moderatamente nel corso del brano. Il tempo in 3/4 conferisce al pezzo un andamento danzante. Le caratteristiche del brano lo rendono adatto per un ascolto rilassante che può accompagnare al tempo del riposo.

A cura di: Elisa Mazzella, Musicoterapista

 

 

 

Ciocco pittura

Standard

Una pittura divertente e golosa che risveglia tutti i sensi, anche il gusto!

Conduce: Anna Broggio. 

L’incontro si terrà presso i locali del Centro Perinatale Maia, in via Alessandro Volta 28, Arona (fraz. Montrigiasco).

E’ necessario prenotarsi inviando una mail a: centroperinatalemaia@gmail.com o un sms al numero: 392.5694549

N.B. portare un cambio!

Laboratorio cioccolato novembre.jpg

Il Centro Maia consiglia…

Standard

Polpette ai broccoli

 

iuh.jpg

Accade spesso che i nostri bambini non amino le verdure per il loro gusto, consistenza e a volte solo per l’ aspetto visivo! Le “battaglie” e le forzature a tavola sono inutili e controproducenti… proviamo a proporre le verdure in modo sfizioso, modificando o rendendo più gradevole all’occhio dei piccoli il loro aspetto: se riuscirete a incuriosirli e ingolosirli con nuove ricette sarà tutto più facile!

Ingredienti (per 4 polpette)

* 150 gr. di broccoli

* 1 uovo

* 1 cucchiaio di parmigiano reggiano

* 50 gr. formaggio tagliato a dadini (fontina, asiago, emmenthal…)

* 2 cucchiai di pangrattato

* 1 cucchiaio d’olio extravergine d’oliva

* 1 cucchiaio di cipolla tritata finemente, se gradita

* Un pizzico di sale

Cuocete al vapore le cime dei broccoli per pochi minuti mantenendole al dente e poi tritatele grossolanamente. Mettete i broccoli in una ciotola con l’uovo sbattuto, il parmigiano, la cipolla e il sale e mescolate. Formate le polpette schiacciando al centro i dadini di formaggio. Passate le polpette nel pangrattato e cuocete in olio caldo entrambi i lati per pochi minuti finché non sono dorate.

(Fonte:http://lamiavitasemplice.it/7-ricette-con-i-broccoli-per-bambini/. Consultato il 21/11/2016)

 

La dietista informa… 

Il broccolo è una brassicacea e appartiene alla famiglia di quegli ortaggi che comunemente chiamiamo cavoli (Crucifere); ciò che mangiamo del broccolo sono le infiorescenze non ancora mature.

Questo ortaggio dal gusto deciso e caratteristico in cucina trova impiego in diverse preparazioni: si consuma come contorno o come ingrediente per la preparazione di zuppe, minestre, condimenti per pasta o riso. 

Le proprietà benefiche dei broccoli sono molteplici e vi illustro le principali: questi ortaggi sono ricchi di sali minerali (calcio, ferro, fosforo, potassio) e vitamine quali la C, B1, B2 e il betacarotene, precursore della vitamina A, che ha note proprietà antiossidanti. Interessante è anche la concentrazione di polifenoli, molecole antiossidanti che proteggono le cellule dai danni causati dai radicali liberi e aiutano a rinforzare il sistema immunitario. I broccoli sono, come le altre crucifere, una fonte di sulforafano che, secondo recenti ricerche, inibisce la crescita delle cellule tumorali. Dagli ultimi studi emerge anche il loro ruolo protettivo verso infezioni polmonari, asma e problemi respiratori in genere. 

I broccoli sono inoltre ricchi di fibra alimentare, il 3.1% del loro peso: questa componente è responsabile dell’effetto benefico dei broccoli sul nostro intestino.

Tra i metodi di preparazione la cottura a vapore per tempi brevi è quella che meglio è in grado di esaltare il sapore dei broccoli e preservarne maggiormente le proprietà salutari e nutritive.

Piccolo “inconveniente” può essere l’odore legato alla cottura: come fare? Semplicemente spremendo un limone nell’acqua di cottura!

(A cura di: Marcella Serioli, Dietista)

Colazione con ostetrica

Standard

Martedì 22 Novembre 2016 ore 10.00 la nostra Ostetrica Paola vi aspetta al Centro Maia per una colazione insieme a mamme in attesa e neomamme.

Un incontro in cui un professionista potrà rispondere ad eventuali dubbi, domande e perplessità riguardo il periodo della gravidanza, del parto, del puerperio e dell’allattamento.

Costo colazione: 13€. E’ necessario prenotarsi inviando una mail a centroperinatalemaia@gmail.com o un sms al numero 392.5694549

colazione con l'ostetrica novembre.jpg

Il Centro Maia consiglia…

Standard

«Federico»

Leo Lionni

thumbnail_Federico-di-Leo-Lionni-Babalibri.jpg

Federico è un piccolo topolino di campagna che vive con gli amici tra i buchi di un muro di pietra accanto al granaio di una fattoria. L’inverno è alle porte e bisogna iniziare a pensare alle provviste per affrontare il gelo e i lunghi e freddi giorni invernali. Tutti i topini si danno un gran da fare: alcuni raccolgono le noci, altri le bacche, altri ancora il fieno, tutti quanti sono al lavoro tranne uno. Federico è seduto su una grande pietra a guardare il prato o riposa all’ombra di una pianta; agli occhi dei suoi amici sembra proprio non far niente. Invece questo topolino, sensibile e generoso, è intento a far scorta di provviste speciali: sta raccogliendo i colori del mondo, il calore dei raggi del sole e le parole. Federico sa bene che nelle lunghe settimane invernali, quando farà tanto freddo e la noia e la tristezza potrebbero sorprendere i topini nella tana, serviranno non solo cibo e fieno ma cose semplici e belle per nutrire anche le emozioni.
Federico è un albo scritto e illustrato dalla mano raffinata di Leo Lionni, autore di numerosi e pluripremiati libri per l’infanzia. In questo testo, come in altri dello stesso autore, troviamo un esempio di come la poesia possa entrare delicatamente nelle pagine di un libro per bambini. Lionni ci regala un racconto tra autunno e inverno che ci fa posare lo sguardo su ciò che conta, che ci rammenta di coltivare e dare ascolto alla nostra anima, che ricorda quanto sia importante che ognuno, operaio o poeta, dia il proprio speciale e unico contributo.

SCHEDA LIBRO

Titolo: Federico

Autore: Leo Lionni

Illustratore: Leo Lionni

Edizione: Babalibri – 2005

Età: dai 3 anni


 

(A cura di: Elisa Mazzella, Pedagogista)

 

Il Centro Maia consiglia…

Standard

Gli animali nel recinto, la stimolazione intellettiva e la creazione di immagini mentali.

Risultato immagine per bambini e animali di plastica

E’ ormai noto che lo sviluppo intellettivo dei bambini è  favorito dalla ricchezza di stimolazioni affettive e sensoriali. Grazie a queste ultime, infatti, il bimbo arricchisce il suo bagaglio di informazioni, che potrà poi mentalmente associare o dissociare, creando distinzioni e applicando preferenze per un oggetto piuttosto che un altro.

Ma in che modo possiamo accompagnare i nostri bambini in questo percorso fondamentale per la loro crescita intellettiva?
E’ molto utile, ad esempio, stimolarli a raggruppare le cose che presentano caratteristiche comuni.
Queste attività, apparentemente banale, consente al bambino di sviluppare uno strumento fondamentale per la memoria e l’ apprendimento in generale: le immagini mentali; ossia l’interiorizzazione di quello che percepisco con i sensi e la possibilità di riflettere su un qualcosa anche se non ce l’ho davanti. Questa capacità non è affatto innata e si consiglia pertanto di proporre l’attività con crescenti livelli di difficoltà dai due anni in poi.
Una delle numerose applicazione possibili può essere quella di proporre al bambino dai due anni e mezzo ai tre il raggruppamento degli animaletti di plastica ( ovviamente se ne possiede già ed è già solito giocarci). Utilizzando un filo, dei bastoncini o banalmente le fughe delle piastrelle, immaginiamo dei recinti o delle casette e proviamo a metterci dentro gli animali che “si somigliano”. Guidiamo l’attività mantenendo la giusta distanza e interessandoci delle caratteristiche comuni che il bambino nota e utilizza come discrimine. Limitiamo il numero degli animali a 4-5 per un massimo di 5/ 6 categorie di modo che il gioco non diventi troppo lungo e noioso. 
Buon divertimento!!!
A cura di: Alice Di Leva, Educatrice.

Yoga genitore-bambino 3-6 anni

Standard

Vivi un’esperienza speciale con il tuo bambino.

Lo yoga genitori-figli è un momento di incontro, gioco, emozioni e consapevolezza.

Sabato 19 Novembre 2016 ore 10.00

dai 3 anni.

Conduce: Angela Forestiere, Pedagogista clinico e insegnante di Balyayoga.

L’incontro si terrà presso i locali del Centro Perinatale Maia, in via Alessandro Volta 28, Arona (fraz. Montrigiasco).

E’ necessaria la prenotazione inviando una mail a centroperinatale@gmail.com oppure un sms al numero 392.5694549.

yoga mamma bambino2.jpg

 

Il Centro Maia consiglia…

Standard

Concerto n. 4 in fa minore L’inverno – Adagio

Antonio Vivaldi

Le Quattro Stagioni raggruppano quattro concerti, ciascuno ispirato a una stagione, tutti nella forma tripartita allegro – adagio – allegro. A ogni concerto è legato un sonetto (componimento poetico di quattordici versi endecasillabi), forse opera dello stesso Vivaldi, i cui versi descrivono le caratteristiche delle stagioni e si ritrovano nella partitura che ne realizza musicalmente il contenuto.

L’inverno è un concerto in fa minore per violino e archi. La stagione viene descritta in tre momenti: l’azione spietata del vento gelido (allegro non molto), la pioggia che cade lenta sul manto ghiacciato (adagio) e la serena accettazione del clima invernale (allegro). Inizialmente quest’opera, dai toni pastorali, era stata concepita da Vivaldi per essere eseguita in chiesa, tutta l’orchestra, infatti, suona sempre quasi “in sordina”, come a non voler disturbare i fedeli raccolti in preghiera. Il secondo movimento, di cui oggi proponiamo l’ascolto, è forse tra i più celebri de Le Quattro Stagioni. Si tratta di un brano breve ma particolarmente suggestivo: sopra gli accordi pizzicati dei
violini, che descrivono la pioggia che “bagna ben cento”, e le note lunghe (pianissimo con l’arco) della viola e del violino solista si sviluppa una dolce melodia, che richiama i giorni “quieti” e contenti” trascorsi davanti al fuoco.

Buon ascolto.

 

A cura di: Elisa Mazzella, Musicoterapista.