Il Centro Maia consiglia…

Standard

Stendo i panni colorati.

Motricità fine e categorizzazione dei colori.

Oggi vi proponiamo un’attività di motricità fine pensata per bambini dai 3 ai 5 anni utile anche per  sviluppare la conoscenza dei colori, la loro associazione visiva e verbale e la capacità di distinguerli e catalogarli. Sappiamo infatti che  in questa fascia d’età i bambini, conoscendo ed esplorando attraverso i sensi, ricorrono alla categorizzazione percettiva, per poi sviluppare successivamente una forma di categorizzazione concettuale.

Lavoreremo invece sullo sviluppo della motricità fine attraverso l’utilizzo di uno strumento apparentemente banale ma molto utile per stimolare questa preziosissima abilità: la molletta.

Aprire le mollette e pinzare i panni alla corda richiederà infatti forza, coordinamento, movimento preciso dei muscoli della mano e coordinazione occhio-mano, tutte caratteristiche specifiche delle attività di motricità fine.

Prendiamo una confezione di mollette di legno e prepariamoci all’attività dipingendole di colori diversi.  Per i bambini piccoli riduciamo il numero di colori a tre e utilizziamo i colori primari, mentre con i più grandi possiamo aumentare il numero dei colori senza correre il rischio di confonderli.

E’ importante che ogni molletta sia di un colore soltanto ( ad esempio: cinque mollette rosse, cinque mollette blu, cinque gialle e così via). Preferiamo colorare delle mollette di legno piuttosto che acquistarne di plastica colorata per la maggiore ricchezza di stimoli sensoriali offerta dal legno, è tuttavia possibile utilizzarne anche di altri materiali.

Scegliamo poi dei capi di vestiario a tinta unita che riprendano i colori delle mollette. Per far sì che siano facilmente manipolabili dal bambino e non troppo pesanti possiamo utilizzare i suoi capi d’ abbigliamento (body, calzine, pantaloni) e magari divertirci a sceglierli insieme  dal suo cassetto.

Attacchiamo poi un filo da bucato o uno spago a due estremità e dopo aver riposto i capi in un cesto, giochiamo ad appendere i vestiti blu con le mollette blu, i vestiti gialli con le mollette gialle e così via.

Per i bambini più piccoli l’attività potrebbe risultare più faticosa proprio perchè il tono muscolare e la forza delle manine è minore, non insistiamo nel continuare l’attività se il bambino appare stanco, lasciamo i panni appesi ad “asciugare” per un po’ ( gratificando il bambino per il bel lavoro fatto) e poi ritiriamoli nuovamente nei cassetti, proprio come fanno la mamma e il papà quando fanno il bucato.

Buon divertimento!

(A cura di: Alice Di Leva, educatrice)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...