Archivio mensile:febbraio 2017

Giornata di formazione 9 Marzo

Standard

ASPETTI PSICOSOCIALI DEL LUTTO PERINATALE

Giovedì 9 Marzo – ore 8.30

a Magà, in via Alfieri 7, Borgomanero

GIORNATA DI FORMAZIONE CONDOTTA DALLA DOTT.SSA CLAUDIA RAVALDI, MEDICO PSICHIATRA E PSICOTERAPEUTA COGNITIVO COMPORTAMENTALE, PERFEZIONATA IN PSICOLOGIA CLINICA PERINATALE FONDATRICE E PRESIDENTE DELL’ASSOCIAZIONE CIAOLAPO

Ingresso libero con iscrizione obbligatoria.

PER ISCRIZIONI CLICCA QUI –> https://perinatale.jimdo.com/ 

Iscrizioni aperte fino al 6 Marzo.

Per info: centroperinatalemaia@gmail.com – 392.5694549

Scarica il formato PDF: Lutto perinatale_9 marzo_brochure.pdf

Lutto perinatale_9 marzo.jpg

Colazione in fasce

Standard

Il Centro Maia vi invita alla colazione  aperta a mamme, neomamme e quasi mamme, ma anche a tutti coloro che sono interessati all’argomento del Portare i Piccoli.

Venerdì 17 Febbraio 2017

ore 10.00

Sarà un  incontro informativo a cura di Olga Rossi, Istruttrice Portare I Piccoli ® .

Parleremo del portare: una pratica antica come l’uomo, ma spesso dimenticata. Portare i bambini, trasportarli, abbracciarli, supportarli, sopportarli, farsene carico, amarli. Portare come aiuto nella relazione, quali i supporti, da che età.

Costo colazione: 5€.
E’ necessario prenotarsi entro il 15 Febbraio!

colazione in fasce febbraio.jpg

Laboratorio di cucina “Le forme del pane”

Standard

Sabato 11 Febbraio 2017 ore 10.00

Laboratorio di cucina “Le forme del pane” 

per bimbi 2-6 anni.

Conduce: Stefania Vicario.

E’ necessaria la prenotazione inviando una mail a centroperinatalemaia@gmail.com oppure un sms al numero 392.5694549.

L’incontro si terrà presso i locali del Centro Perinatale Maia, in via Alessandro Volta 28, Arona (fraz. Montrigiasco).

cucina febbraio.jpg

Il Centro Maia consiglia…

Standard

Wiegenlied op. 49, n° 4 Guten Abend, gute Nacht

Johannes Brahms

 

Si tratta probabilmente di una delle più note ninne nanne, che accompagna i nostri ricordi fin dall’infanzia. La sua melodia è spesso usata in molti carillon per bambini e tanti genitori la sussurrano cantando al loro piccolo per farlo addormentare. Comunemente chiamata Ninna Nanna, forse non tutti sanno che questo brano è stato scritto nel 1868 da Johannes Brahms. Il celebre compositore decise di musicare in modo semplice e dolce una parte di un poema in lingua tedesca, da cui il pezzo trae anche il titolo. Il Wiegenlied: Guten Abend, gut Nacht op. 49, n° 4 (Ninna nanna: Buona sera, Buona notte) è stato scritto in mi bemolle maggiore per pianoforte e voce solista e fa parte della raccolta di cinque melodie (Lieder op. 49) per voce sola e pianoforte.

Eseguita e proposta con organici diversi, oggi consigliamo l’ascolto di una versione per pianoforte e flauto traverso.

Buon Ascolto!

 

(A cura di: Elisa Mazzella, Musicoterapista)

Il Centro Maia consiglia…

Standard

Patate alla Duchessa

patate-duchessa-bimby.jpg

 

 

Ecco a voi oggi una ricetta davvero sfiziosa ma facile e veloce da preparare, assolutamente perfetta per grandi e bambini (dopo l’anno): le patate alla Duchessa!

 

Ingredienti (per 4 persone)

 

  • 500 grammi di patate;

  • 20 grammi di burro;

  • ½ bicchiere di latte;

  • 2 tuorli d’uovo;

  • noce moscata;

  • 4 cucchiai di formaggio parmigiano reggiano grattugiato;

  • sale.

 

Ecco come procedere passo-passo nella ricetta delle patate alla Duchessa: lavate le patate e lessatele con la buccia in acqua con poco sale; scolate quindi le patate e fatele intiepidire, pelatele e schiacciatele con uno schiacciapatate. In una casseruola fate sciogliere a fuoco basso il burro nel latte e mischiatelo con le patate per bene. Togliete il composto dal fuoco e fatelo raffreddare; aggiungete quindi i tuorli, il parmigiano, un pizzico di sale e la noce moscata. Usando un cucchiaio o una sac à poche con beccuccio a stella formate delle piccole meringhe che disporrete su una teglia rivestita di carta da forno. Cuocete in forno caldo a 180° gradi per circa 15 minuti. Terminata la cottura aprite lo sportello e fate intiepidire le patate alla Duchessa, quindi servite in tavola: buon appetito!!!

 

N.B. Se non gradite la noce moscata, è possibile aromatizzare questo simpatico piatto secondo i propri gusti e le possibilità della propria dispensa con pepe, erbette sminuzzate, zafferano, curry, etc.

 

(Fonte: modificato da http://bambinizerotre.it/ricette-patate-alla-duchessa/. Consultato il 30/01/2017)

 

La dietista informa…

 

 

Le patate sono il tubero più consumato e coltivato al mondo.

 

Contengono principalmente acqua (79%), amido (15-18%), proteine in piccola quantità (2%) e fibre alimentari (2%).

 

Le patate sono fonte di minerali, tra cui potassio, fosforo, magnesio, ferro, zinco e vitamine, tra cui la vitamina C e vitamine del gruppo B. Contengono inoltre sostanze antiossidanti come beta-carotene, luteina e zeaxantina.

 

La maggior parte delle vitamine e dei minerali sono concentrati nella buccia: l’ideale sarebbe quindi mangiare anche la buccia o, in alternativa, bollirle senza sbucciarle e usare l’acqua di cottura per altri piatti, per esempio minestre o stufati.

 

Le patate sono un alimento facilmente digeribile e per il loro buon contenuto in amidi non possono essere considerate come un contorno di verdura ma come un’alternativa agli alimenti a base di cereali (pasta, riso, pane, semolino, creme di cereali, ecc). Ricordiamoci perciò di proporre le patate ai nostri bambini in modo corretto in alternativa al primo piatto o alla porzione di pane. Dovrebbe essere sempre presente poi all’interno del pasto un contorno di verdura e un alimento fonte di proteine (es. carne, pesce, uova, formaggio, legumi).

 

Le patate contengono anche la solanina, una sostanza tossica che, se assunta in grandi quantità, può dare problemi di salute; la solanina è particolarmente abbondante nella patata germogliata e in quelle verdi o con macchie verdi che sono quindi da evitare.

 

È importante sapere che la patata è un alimento con un alto potere assorbente ed ha quindi un comportamento simile a quello di una spugna. Per questo motivo assorbe anche i pesticidi ed i veleni eventualmente utilizzati durante la sua coltivazione: meglio quindi acquistare patate esclusivamente di provenienza biologica!

(A cura di: Marcella Serioli, Dietista)