Il Centro Maia consiglia…

Standard

Oggi sono un Naso!

Visualizza immagine di origine

Per l’attività che vi proponiamo oggi, è sufficiente uscire in giardino e andare a caccia di… profumi! Vestiremo insieme ai nostri bambini i panni di un Naso, ovvero un creatore di fragranze.

L’educazione sensoriale coinvolge, ovviamente, anche l’olfatto. Senso spesso “dimenticato” nei giochi e nelle attività per la prima infanzia.

Oggi vogliamo rendere l’olfatto attore principale nonostante di un’attività pensata per i bambini dai due anni e mezzo in su che, con l’aiuto degli odori e dei profumi, ci aiuti a riscoprire la natura, in uno dei periodi in cui si esprime in tutta la sua vitalità.

Poco prima dei tre anni di età, i bambini avranno sufficiente capacità motorie per esplorare lo spazio e raccogliere gli elementi richiesti, una capacità di linguaggio che, seppur in piena evoluzione, può sostenere la loro capacità di nominare e di conseguenza categorizzare gli elementi e, infine, intorno ai 18 mesi circa, sarà stata superata la fase orale. Potranno cioè essere raccolti piccoli elementi naturali senza il rischio che il movimento più naturale per il bambino sia quello di portarli alla bocca.

Poniamo al centro del giardino o del parco dove svolgiamo l’attività, due o tre cesti dove il bambino possa riporre i tesori raccolti. Invitiamolo a scegliere cosa cogliere o cosa raccogliere assaporandone l’odore, buono o brutto che sia. Potremmo invitare il bambino a riporre in un cesto i profumi che gli piacciono, e in un’altro quelli che gradisce meno, sostenendolo nella descrizione dei profumi e partecipando alla sua ricerca.

Quando il soddisfatto di quanto raccolto, predisponiamo qualche boccetta di profumo vuota o qualche piccola bottiglietta, meglio se in vetro, e invitiamo il bambino a creare tre profumi diversi, unendo gli elementi scelti. Per godere ancora di più del processo, cerchiamo di annusare gli elementi e le nostre creazioni con gli occhi chiusi.

La nascita di un profumo è un processo creativo, lasciamo che sia il Naso ad esprimersi, abbandonando la nostra concezione adulta di profumo e preparandoci a fragranze composte da terriccio e sassi, erba e foglie secche o vermetti e aghi di pino.

 

A cura di: Alice Di Leva, educatrice.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...