Il Centro Maia consiglia…

Standard

“Divento Regista! La Tv diventa 3D”

Visualizza immagine di origine

Tema altamente dibattuto in ambito educativo, quello della fruizione, da parte di bambini più e meno grandi, di materiale televisivo. Le evidenze in possesso ci consigliano di limitare fortemente il tempo che i bambini passano davanti ad uno schermo. (Per maggiori informazioni e più dettagliate, soprattutto in relazione all’utilizzo delle screen technology si rimanda alla lettura di questo articolo: http://riviste.erickson.it/med/it/2018/mobile-device-e-zero-sei-punti-limite-e-consigli-duso-peruna-preschool-media-education/​  )
Tornando a ragionare su scenari di vita familiare reale, guardare un cartone in televisione è un’attività largamente diffusa nella quotidianità dei bambini. Oggi vi proponiamo un’attività per rendere questa attività il​ meno passiva possibile​​ e, anzi, molto divertente e utile per stimolare il pensiero creativo.

Un buon film/cartone è in grado di coinvolgere emotivamente il bambino e può essere un ottimo spunto e punto di partenza per riflettere sui propri sentimenti, sulle proprie paure e sui propri sogni. Cerchiamo però di non lasciare che il tutto si esaurisca nelle 2 dimensioni dello schermo e portiamo il cartone nel mondo reale! Per selezionare del materiale adatto all’età e alla fase di sviluppo, un validissimo strumento è il sito Common Sense of Media: https://www.commonsensemedia.org/movie-reviews
Una volta scelto il materiale con cura ed attenzione, verbalizzate al bambino (non importa quanto piccolo, la definizione di limiti temporali è fondamentale per lo sviluppo dell’autoregolazione) il Tempo che potrà passare davanti alla televisione, a più riprese (es: “questo cartone dura 50 minuti”, “mancano 20 minuti il cartone/film sta per finire, chissà cosa succederà!” “Bene, tra 5 minuti spegniamo la televisione e facciamo una cosa divertente insieme”). Se possibile, guardiamo il cartone insieme a lui, intervenendo ed invitandolo a commentare quello che accade con domande ed osservazioni.

Una volta terminato il cartone e spenta la televisione, poniamo su di un tavolo colori e fogli e invitiamo il bambino a ripercorrere ciò che è stato visto nel film/cartone, non per riprodurlo semplicemente ma per inventare un finale alternativo!

Disegniamo le scene come farebbe un regista e poi, con l’utilizzo di una scatola di cartone, riproduciamo una finta televisione a cui applicare di volta in volta le scene, raccontandole ad alta voce. Insomma, utilizziamo la Tv come ​non come strumento passivo ​​ma come trampolino per l’enorme potenzialità creativa di ogni bambino!

A cura di: Alice Di Leva, pedagogista.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...