Il Centro Maia consiglia…

Standard

Vellutata di cavolo rosso

foto.jpg

Questo mese, su suggerimento di Chiara Beffani, la nostra educatrice che si occupa dei laboratori di cucina per bambini presso il Centro Maia, vi propongo e commento una ricetta facile e divertente che vi farà giocare con i colori: la vellutata di cavolo rosso!

Ingredienti (per 4 persone)

* Cavolo rosso 600 g ca

* Latte fresco intero 50 ml

* Scalogno 1

* Acqua 1,5 l

* Olio di oliva extravergine 30 g

* Succo di ½ limone

* Noce moscata q.b.

* Sale fino q.b.

* Pepe nero q.b.

Per preparare la vellutata di cavolo rosso per prima cosa pelate lo scalogno e tagliatelo a fettine non troppo sottili. Poi lavate il cavolo

rosso sotto l’acqua corrente, dividetelo a metà, eliminate la costa dura interna e tagliatelo a striscioline con un coltello.

Ora scaldate l’olio di oliva in un tegame dal fondo spesso, aggiungete lo scalogno e rosolatelo a fiamma viva fino a quando non avrà assunto una bella colorazione dorata. Quando lo scalogno sarà ben rosolato, aggiungete il cavolo rosso al tegame (tenete da parte qualche strisciolina per la guarnizione finale), aggiungete un pizzico di sale e fatelo rosolare a fiamma viva per qualche minuto mescolando spesso.

A questo punto versate un litro di acqua nel tegame, abbassate la fiamma e lasciate cuocere per 35-40 minuti senza coperchio, mescolando occasionalmente. Trascorso questo tempo, aggiungete il restante mezzo litro di acqua e lasciate cuocere per altri 10-15 minuti.

Una volta terminata la cottura, spegnete la fiamma, aggiungete il latte e mescolate accuratamente. Frullate il tutto utilizzando un frullatore a immersione; quando avrete ottenuto una consistenza cremosa e uniforme potete setacciare la purea ottenuta attraverso un colino aiutandovi con una spatola in modo da renderla ancora più fine e omogenea.

Ora prelevate un quarto della crema ottenuta, trasferitela in una ciotolina a parte e unite a questa il succo di limone: mescolate fino a che non assumerà un colore rosa uniforme. Condite con un pizzico di pepe sia la crema rosa che quella viola, in base al vostro gusto, e a quest’ultima aggiungete anche una grattugiata di noce moscata.

Mescolate ancora una volta e siete pronti per impiattare: dividete la crema viola nelle ciotole da portata e aggiungete un mestolo di crema rosa a tutte per creare una deliziosa sfumatura di colore, poi guarnite

con un ciuffetto di cavolo crudo tagliato a julienne. La vostra incantevole vellutata di cavolo rosso è pronta per essere servita calda!

(Fonte: modificato da https://ricette.giallozafferano.it/Vellutata-di-cavolo-rosso.html. Consultato il 03/12/2018)

 

La dietista informa…

Questa ricetta unisce alle proprietà nutrizionali di un ottimo alimento anche un lato giocoso e creativo!

Il cavolo rosso appartiene alla famiglia del cavolo cappuccio; è un ingrediente povero ma dalle mille qualità e si raccoglie nel tardo autunno. Può essere mangiato sia crudo che cotto.

Rispetto al cavolo verde, quello rosso ha un contenuto 10 volte superiore di pro vitamine A ed il doppio del ferro; è inoltre ricco di vitamina C, che si degrada in parte con la cottura, e vitamina K e apporta una buona quantità di calcio e potassio. Le vitamine A e C sono due potenti antiossidanti ed esercitano un buon effetto contro i radicali liberi prevenendo l’invecchiamento dei tessuti ed alcune forme di tumore; a supportare questo effetto antiossidante e anticancerogeno contribuiscono anche i pigmenti fenolici (antocianine), che nel cavolo rosso appaiono numerosi e piuttosto concentrati, con anche effetti metabolici positivi. Il cavolo rosso inoltre, come numerosi ortaggi, ha un bassissimo apporto calorico e contiene fibra alimentare, utilissima per la salute e il buon funzionamento dell’intestino, per il senso di sazietà e per la prevenzione contro le più comuni malattie metaboliche.

Oltre a essere naturalmente ricco di vitamine e sali minerali, il cavolo rosso possiede anche un inaspettato lato “trasformista” grazie all’alto contenuto di antocianine, responsabili della caratteristica colorazione violacea: basterà aggiungere alla crema di cavolo un elemento acido come il succo di limone per variarne il pH e… voilà, otterrete una vellutata rosa! Per lo stesso motivo le foglie del cavolo rosso possono variare di colore in base al pH del terreno in cui crescono: sui terreni acidi crescono rosse o rosa o magenta, sui terreni neutri porpora mentre in quelli alcalini diventano blu o gialle o verdastre. Questo spiega il fatto che la stessa pianta è diffusa in diverse regioni ma con colori diversi.

Questo piatto è adatto per tutta la famiglia (da circa 1 anno di età in su) ma con qualche accorgimento (es. non mettere sale e spezie) si può utilizzare anche in fase di divezzamento! Potrete inoltre coinvolgere i bambini più grandicelli, che magari mostrano un’avversione verso le verdure, nel preparare la crema rosa e nell’impiattare il tutto! Divertimento e gusto sono assicurati!

Curiosità: se vi piace l’idea di giocare con i colori naturali potreste anche provare ad aggiungere del bicarbonato a parte della vellutata di cavolo rosso; otterrete un colore blu che è meglio usare però per colorare per esempio la pasta di sale e realizzare simpatiche formine con i vostri bambini!

 

A cura di: Marcella Serioli, dietista

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...