Il Centro Maia consiglia…Biodanza!

Standard

Biodanza

Buongiorno a tutti! E ben ritrovati.

Oggi vi propongo una musica dolce, che vi permetterà di rallentare il movimento, percepire il vostro corpo e le sensazione che arrivano. Oltre a questo gli esercizi che ho pensato per voi hanno come obiettivo quello di “sciogliere” le tensioni. Si ho utilizzato il verbo “sciogliere”, poiché ansie, preoccupazioni che possiamo avere si riversano inevitabilmente anche sul corpo, rendendolo più rigido. Biodanza ha esercizi specifici che vanno a lavorare su questi aspetti. Mentre li fate potete sentire se vi danno beneficio. Vi invito a farli rallentando il più possibile il movimento e stando in ascolto di quello che emerge.

Oggi vi proporrò tre esercizi che si fanno rimando fermi sul posto e con la stessa musica. Iniziamo quindi a darvi indicazione sulla postura da tenere: i piedi sono leggermente divaricati, tanto quanto i fianchi, il corpo tutto rilassato, anche il viso (bocca leggermente aperta). Gli occhi possono rimanere aperti o chiusi, in questa seconda possibilità si intensifica la percezione, quindi scegliete voi.

Il primo esercizio ha come obiettivo quello di liberare le tensioni che si accumulano sulle spalle, questa parte del corpo porta il peso delle ansie e preoccupazioni, con il risultato spesso di sentire come se si avesse un continuo zainetto che pesa. L’esercizio consiste nell’ alzare, lentamente, le spalle come per toccare le orecchie e dolcemente farle ruotare in dietro.

Il secondo esercizio, ha come obiettivo quello di liberare la mente e far rilassare i muscoli del collo, e del viso. Rimanendo sempre fermi e con il corpo rilassato, si ruota dolcemente e lentamente la testa sempre dalla stessa parte. Questo esercizio deve essere fatto con attenzione, non è necessario andare troppo in dietro con la testa per non schiacciare i nervi cervicali, l’importante è stare nel piacere, se sentite qualche fastidio interrompete.

Il terzo esercizio coinvolge il petto e le braccia. Portate le braccia al petto e, lentamente apritele e richiudetele, creando una pulsazione, una danza lenta di apertura e chiusura. Percepite come a ogni apertura il cuore si espande, entrate in contatto con il vostro cuore per riuscire ad andare oltre alle difficoltà che a volte fanno dimenticare le cose importanti della vita che sono l’affetto e l’amore che si può donare in ogni momento, ma anche percepite quanto amore avete intorno. E quando si chiudono le braccia, portate queste sensazioni di bene dentro di voi. L’esercizio ha come obiettivo di stimolare la capacità di dare e ricevere. Nel dare si ha bisogno di percepire ciò che si dona e nel ricevere si trova il nutrimento necessario per ricaricare la propria capacità di amore.

Come anticipatovi all’inizio la musica per tutti e tre gli esercizi sarà la stessa, vi invito a fare ogni esercizio più volte ma anche di scegliere voi la modalità di passare da un esercizio all’altro, e quando la musica finisce di rimanere qualche attimo in ascolto del vostro corpo.

Dolcemente vi saluto!

Stefania Borgonovo, operatrice di Biodanza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...