Archivi categoria: arona

Il Centro Maia consiglia….un’attività!

Standard
”LA FABBRICA DEGLI AMICI STRANI”
Materiale:fogli, pennarelli, righello e dado.
Chi: dai 4 in sù, con mamma e papà.
Vi siete divertiti a giocare con i vostri piccoli? avete avuto modo di osservarli meglio durante l’attività?
Ora vi propongo questo gioco, che allenerà un po’ la fantasia e ai più pigri darà modo di mettere in campo le proprie doti artistiche.
Potete creare più tipi di fabbriche: macchinine, bambole, mostri, animali e così via…cambiando semplicemente le categorie!
buon divertimento!
Marta Ricca, pedagogista

Il Centro Maia consiglia…un’attività!

Standard

GIOCHI INDIVIDUALI E DI GRUPPO!

Materiali: Rotoli di carta igienica, pennarelli o tempere, pallina.
Chi: dai 5 anni in sù, con mamma e papà

Giocando e divertendosi con i propri figli, si tende a dimenticare per un po’ il mondo esterno, la frenesia della vita quotidiana e lo stress annesso, questa quarantena ci fornisce un’ottima occasione. Attraverso il gioco con mamma e papà, i bambini sperimentano in modo piacevole, spontaneo e immediato, la loro presenza e il loro amore. Allo stesso tempo giocando con loro potete conoscerli ancora meglio, osservarli e vederli all’opera, è proprio con il gioco che i bimbi mostrano se stessi, la loro personalità, i loro gusti, il loro carattere. Attraverso il gioco possiamo insegnare loro ad essere pazienti e perseveranti: quando i bambini giocano, provano diverse tecniche fino a scoprire quella che funziona meglio, subendo vittorie e sconfitte e tante occasioni per riflettere con loro su reazioni e sentimenti. Giocare con i propri figli è importante perché contribuisce anche a costruire la loro autostima. Ecco, due giochi semplicissimi realizzabili con materiale riciclato. Potranno poi anche giocare da soli o con i fratelli, e sicuramente tutti insieme.
Buon gioco!

Clicca qui per il video: https://www.facebook.com/962632357120512/posts/3167466696637056/

Marta Ricca, tirocinante pedagogista

Il Centro Maia consiglia…un’attività!

Standard

UOVA DI PASQUA

Sulla tavola di Pasqua trionfa l’immancabile uovo: simbolo di rinascita, rappresenta la nuova vita con valore religioso. 

Ecco un’idea simpatica per impegnare un po’ di tempo di questa lunga quarantena in maniera creativa e soprattutto per creare il vostro albero di pasqua.

Materiali: uova (di polistirolo o dei gusci svuotati), colla vinilica, pennello, carta di giornale, tempere/pennarelli/brillantini/decorazioni

Chi: Bambini dai 4 anni con adulto

Procedimento: Uova di Pasqua

Buon divertimento!

Inviateci i vostri alberi!

Marta Ricca, tirocinante pedagogista

 

WhatsApp Image 2020-03-22 at 15.55.07

Il Centro Maia consiglia…un’attività!

Standard

”VASETTI PASQUALI”

Materiali: Vasetto di vetro, Colla a caldo/vinavil, nastri/spago, tempere acriliche, carta crespa.
Chi: dai 6 anni.
Decoriamo le nostre tavole con deliziosi ”Centro tavola Home Made”.
Anche per le feste pasquali possiamo decorare le nostre case, addobbi, candele e albero di pasqua. La tavola rimane però il luogo più importante, perché intorno ad esse trascorriamo piacevolissimi momenti, nonostante quest’anno non sarà una composta da molti commensali, anche questa deve essere addobbata a dovere.
Con l’occasione diamo una seconda vita a dei vasetti di vetro e liberiamo la nostra creatività.
Buon lavoro!
Marta Ricca, tirocinante pedagogista

Il Centro Maia consiglia…Biodanza!

Standard

Biodanza

Buongiorno a tutti! E ben ritrovati.

Oggi vi propongo una musica dolce, che vi permetterà di rallentare il movimento, percepire il vostro corpo e le sensazione che arrivano. Oltre a questo gli esercizi che ho pensato per voi hanno come obiettivo quello di “sciogliere” le tensioni. Si ho utilizzato il verbo “sciogliere”, poiché ansie, preoccupazioni che possiamo avere si riversano inevitabilmente anche sul corpo, rendendolo più rigido. Biodanza ha esercizi specifici che vanno a lavorare su questi aspetti. Mentre li fate potete sentire se vi danno beneficio. Vi invito a farli rallentando il più possibile il movimento e stando in ascolto di quello che emerge.

Oggi vi proporrò tre esercizi che si fanno rimando fermi sul posto e con la stessa musica. Iniziamo quindi a darvi indicazione sulla postura da tenere: i piedi sono leggermente divaricati, tanto quanto i fianchi, il corpo tutto rilassato, anche il viso (bocca leggermente aperta). Gli occhi possono rimanere aperti o chiusi, in questa seconda possibilità si intensifica la percezione, quindi scegliete voi.

Il primo esercizio ha come obiettivo quello di liberare le tensioni che si accumulano sulle spalle, questa parte del corpo porta il peso delle ansie e preoccupazioni, con il risultato spesso di sentire come se si avesse un continuo zainetto che pesa. L’esercizio consiste nell’ alzare, lentamente, le spalle come per toccare le orecchie e dolcemente farle ruotare in dietro.

Il secondo esercizio, ha come obiettivo quello di liberare la mente e far rilassare i muscoli del collo, e del viso. Rimanendo sempre fermi e con il corpo rilassato, si ruota dolcemente e lentamente la testa sempre dalla stessa parte. Questo esercizio deve essere fatto con attenzione, non è necessario andare troppo in dietro con la testa per non schiacciare i nervi cervicali, l’importante è stare nel piacere, se sentite qualche fastidio interrompete.

Il terzo esercizio coinvolge il petto e le braccia. Portate le braccia al petto e, lentamente apritele e richiudetele, creando una pulsazione, una danza lenta di apertura e chiusura. Percepite come a ogni apertura il cuore si espande, entrate in contatto con il vostro cuore per riuscire ad andare oltre alle difficoltà che a volte fanno dimenticare le cose importanti della vita che sono l’affetto e l’amore che si può donare in ogni momento, ma anche percepite quanto amore avete intorno. E quando si chiudono le braccia, portate queste sensazioni di bene dentro di voi. L’esercizio ha come obiettivo di stimolare la capacità di dare e ricevere. Nel dare si ha bisogno di percepire ciò che si dona e nel ricevere si trova il nutrimento necessario per ricaricare la propria capacità di amore.

Come anticipatovi all’inizio la musica per tutti e tre gli esercizi sarà la stessa, vi invito a fare ogni esercizio più volte ma anche di scegliere voi la modalità di passare da un esercizio all’altro, e quando la musica finisce di rimanere qualche attimo in ascolto del vostro corpo.

Dolcemente vi saluto!

Stefania Borgonovo, operatrice di Biodanza

Il Centro Maia consiglia…un’attività!

Standard

GHIRLANDA DI PASQUA

Materiali: Stoffa, Nastri, Decorazioni, colla a caldo o vinilica, cartoncino, forbici.
Età: Adulto e aiutanti di qualsiasi età
Nonostante questa sarà una Pasqua diversa, nessuno ci vieta di festeggiare e rendere l’ambiente colorato a tema. Facilmente realizzabile con materiali che si trovano in casa e con l’aiuto della vostra manualità e creatività.
Buon lavoro!
Postate qui sotto le foto delle vostre porte colorate!