Terra e semi per bambini curiosi 

(in Primavera).

Mi piace mettere le mani nella terra, da sempre.

Ho cominciato da bambina aiutando la nonna a togliere le “erbe grame” dalle aiuole. Mentre le mie piccole mani si infilavano tra una insalata e l’altra, ascoltavo i suoni dell’orto, sentivo i profumi inebrianti dei fiori e della terra, assaporavo la dolcezza dei frutti appena colti. Erano momenti sereni pieni di racconti e sorrisi.

Gli stessi che ritrovo ogni volta che accompagno dei piccoli nell’orto.

Gianfranco Zavalloni, maestro, pedagogista e promotore nel 2009 del progetto Orti di Pace,  era convinto che per rendere un bambino felice bastasse poco e che si impara veramente se si ama quello che si sta facendo. Quando ai bambini viene data la possibilità di coltivare un orto (anche in un piccolo spazio) imparano la “meraviglia”: piantare un seme, vedere crescere una pianta, gustarne i frutti e poi conservare i semi per ricreare il ciclo di vita!

I bambini in orto hanno la possibilità di prendersi cura di qualcosa, sperimentano, osservano, confrontano, esplorano, percepiscono il cambiamento delle stagioni e nelle piante (nascita, crescita, maturazione). Attraverso lo spazio orto-giardino si sviluppano i 5 sensi, si scoprono forme, suoni, colori, odori. Le attività in orto favoriscono il movimento, la piccola manualità, la coordinazione dei movimenti. L’orto ha bisogno di tempo e i piccoli sperimentano l’attesa e la pazienza.

La relazione con le piante crea e infonde fiducia generando emozioni positive.

L’orto diventa luogo di incontro e di scambio per i bambini e per gli adulti che li accompagnano, li sostengono, li coinvolgono. E luogo di interazione ed integrazione grazie alla partecipazione corale e condivisa delle attività.

Progetteremo, costruiremo e ci prenderemo cura di un piccolo orto-giardino ricco di piante a misura di bambino!

Bambini da 2 a 6 anni, accompagnati da un genitore.

Conduce: Nicoletta Caccia

 

 

 

Annunci