Corso di cucina 3-6 anni

Standard

IL LABORATORIO “CUCINO CON TE!

PROPONE IL CORSO DI CUCINA 3-6 anni

Mettiamo le mani in pasta!! In questi incontri useremo le nostre mani per impastare e lavorare semplici ingredienti che ci permetteranno di creare dei gustosi primi piatti!

Giovedì 7 Marzo “La pasta all’uovo”

Giovedì 14 Marzo “Gnocchi di ricotta”

Giovedì 21 Marzo “Crocchette di riso”

Giovedì 28 Marzo “Pizzoccheri”

dalle 17.00 alle 18.00

Conduce: Chiara Beffani, educatrice.

Gli incontri si terranno presso i locali del Centro Perinatale Maia, in via Fratelli Bandiera n.17, Arona.

Costo 4 incontri: € 85 per i tesserati (Costo tessera €10)

E’ necessaria la prenotazione inviando una mail a centroperinatalemaia@gmail.com oppure un sms al numero 392.5694549.

p.s. Ricordarsi grembiule o abbigliamento da poter sporcare, capelli raccolti, CONTENITORE PER PORTARE A CASA i prodotti finali!!

cucina corso marzo 2019.jpg

Annunci

Il Centro Maia consiglia…

Standard

Stracciatella alla romana

In questo mese ancora invernale vi presento una ricetta tipica della tradizione umbra e marchigiana, una minestra con fiocchi morbidi e saporiti che farà contenti grandi e piccini! Vediamo come si prepara e le sue caratteristiche nutrizionali.

Ingredienti (per 2 adulti e 2 bambini)

  • 4 uova intere

  • 1 L di brodo (di carne o vegetale) fatto in casa

  • 4 cucchiai di formaggio grattugiato (parmigiano)

  • Noce moscata q.b. se gradita

  • Prezzemolo tritato (a discrezione)

In una ciotola sbattete le uova con il formaggio e la noce moscata. Portate a bollore il brodo e versateci le uova sbattute mescolando con una forchetta o una frusta in modo da formare tanti piccoli “stracci”; lasciate andare a fuoco medio per circa 5-6 minuti mescolando di tanto in tanto fino a far rapprendere leggermente il composto. Servite caldo, aggiungendo a piacere del prezzemolo tritato.

(Ricetta modificata da: “io mangio come voi”, Terre di Mezzo editore)

La dietista informa…

Questa minestra, dalle origini antiche, appartiene alla tradizione culinaria del centro Italia e si prepara in occasione delle festività natalizie e per la Pasqua; è nata per riutilizzare il brodo in modo gustoso, nutriente e veloce! La ricetta è povera: uova, formaggio, spezie.

Dal punto di vista nutrizionale, pur avendo l’aspetto di una minestra, risulta essere a tutti gli effetti un secondo piatto, fonte di proteine animali (uova e formaggio). Le uova sono molto importanti nell’alimentazione dei bambini e il loro consumo è consigliato una volta a settimana (in alternanza a carne-pesce-legumi-formaggi); ricordiamoci quindi di completare il pasto con un alimento che contenga carboidrati (es. pane tostato, patate) e con delle verdure e di non abbinare un altro alimento proteico (es carne, pesce, ecc).

L’uovo viene introdotto nell’alimentazione del bimbo sin dallo svezzamento, di solito partendo con l’assaggio del tuorlo e inserendo l’albume in un secondo momento.

Le uova sono ricche di proteine, di grassi “buoni” (quelli monoinsaturi e polinsaturi), di ferro, di fosfolipidi, di vitamine, in particolare la A e quelle del gruppo B e B12 ma anche la D (che contribuisce all’assorbimento intestinale di calcio e fosforo) e la E. L’albume è la parte dell’uovo più ricca in proteine e povera in grassi e minerali; il tuorlo contiene soprattutto lipidi, ferro, calcio, lipoproteine e fosfoproteine. Tutti questi nutrienti sono preziosi per la crescita e lo sviluppo dei bambini; occorre però non esagerare con il loro consumo per l’elevato contenuto in colesterolo e consumare le uova cotte (soprattutto per i bambini).

Per la sua consistenza e semplicità questa ricetta si presta anche per l’alimentazione di bimbi molto piccoli; essendo un piatto proteico fate però attenzione alle porzioni: il bimbo dovrebbe mangiarne circa la metà (o meno) del piatto di una persona adulta!

Inoltre se in famiglia ci sono bambini sotto i 2-3 anni, sarebbe bene non utilizzare il sale nella preparazione del piatto; anche per i bimbi più grandi un uso limitato del sale sarà un fattore protettivo per la salute!

Consigli per la scelta delle uova:

Il contenuto in vitamine dell’uovo e la composizione in acidi grassi dipendono dal tipo di dieta della gallina.

Se le uova vengono acquistate al supermercato è importante guardare la prima cifra del codice stampato sulla confezione o direttamente sulle uova stesse, che indica la modalità di allevamento delle galline: 3 per le galline allevate in gabbia (o batteria), 2 per le galline allevate “a terra”, 1 per le galline allevate all’aperto, 0 per le galline allevate all’aperto con mangime biologico. La freschezza delle uova si desume dalla data di preferibile consumo che deve essere al massimo di 28 giorni dalla data di deposizione. Per sua natura l’uovo si deteriora facilmente: primo segno la formazione del vuoto all’interno del guscio. La refrigerazione rallenta molto i processi di invecchiamento, per questo sulle confezioni di uova è obbligatorio riportare la dicitura di conservare le uova in frigorifero dopo l’acquisto. La dicitura extra indica le uova di categoria A (destinate al commercio al dettaglio) commercializzate entro il settimo giorno dall’imballaggio. In questo modo sarà possibile un consumo più consapevole!

A cura di: Marcella Serioli, dietista e nutrizionista

Biodanza genitori e bimbi dai 4 anni

Standard

Sabato 16 Febbraio 2018
Laboratorio di Biodanza: DANZIAMO INSIEME!

ore 15.30

genitori e bambini dai 4 anni

Conduce: Stefania Borgonovo, operatrice di Biodanza.

L’incontro si terrà presso i locali del Centro Perinatale Maia, in via Fratelli Bandiera n.17, Arona.

E’ necessaria la prenotazione inviando una mail a centroperinatalemaia@gmail.com oppure un sms al numero 392.5694549.

Laboratorio biodanza32.jpg

Laboratorio di arte 2-5 anni

Standard

Laboratorio di arte: Morris Louise e il magico mondo dei colori!

Sabato 16 Febbraio 2019
ore 10.00

per genitori e bambini 2-5 anni.

Le nostre avventure artistiche continuano esplorando il magico mondo dei colori grazie a un’ artista davvero esperto in questo campo: Morris Louise.

Venite a scoprire come realizzava le sue tele che assomigliavano a delle cascate di colori … come sempre ci divertiremo a con nuove tecniche e materiali, ma soprattutto liberando la nostra creatività!

Vi aspettiamo, non mancate!

Conduce: Laura Grassi, Educatrice d’infanzia, tecnico d’arte plastica
Si consiglia un abbigliamento “sporcabile” e/o un grembiulino.

L’incontro si terrà presso i locali del Centro Perinatale Maia, in via Fratelli Bandiera n.17, Arona.
E’ necessaria la prenotazione inviando una mail a centroperinatalemaia@gmail.com oppure un sms al numero 392.5694549.

Laboratorio di arte febbraio 2019.jpg

Laboratorio di cucina 3-6 anni

Standard

LABORATORIO DI CUCINA: “A Carnevale ogni DOLCE vale!”

3-6 anni

Sabato 16 Febbraio – ore 11.15-12.15

Conduce: Chiara Beffani, educatrice.

L’incontro si terrà presso i locali del Centro Perinatale Maia, in via Fratelli Bandiera n.17, Arona.

Costo incontro: € 20 per i tesserati (Costo tessera €10)

E’ necessaria la prenotazione inviando una mail a centroperinatalemaia@gmail.com oppure un sms al numero 392.5694549.

p.s. E’ richiesto un abbigliamento che si possa sporcare o un eventuale grembiule da indossare al momento e la cortesia di avere i capelli raccolti.

Ogni partecipante dovrà portare due contenitori/vassoi per portare il prodotto a casa.

cucina lab febbraio 2019.jpg

Il Centro Maia consiglia…

Standard

NELLA NEVE
di Luisa Carretti

In questi giorni in cui la neve ha ammantato tutto di bianco trasformando magicamente ciò che é intorno a noi, vi propongo un albo illustrato che ho scoperto poche settimane fa, lavorando con una collega pedagogista in un nido: Nella neve.
Neve, nebbia, bianco e la storia di due piccole volpi che sono nel bosco, che sperimentano il valore dell’amicizia, la paura di perdersi e restare da soli per poi infine ritrovarsi.
L’albo, grazie anche alle delicate ed eleganti illustrazioni, ci trasporta nelle emozioni e nelle suggestioni che suscita il paesaggio innevato e nella dimensione della ricerca e della scoperta.
Un libro fatto di poesia adatto a tutti, grandi e piccini.
Buona lettura!

SCHEDA LIBRO
TITOLO: Nella neve
AUTORE: Luisa Carretti
ILLUSTRATORE: Barbara Lachi
EDUZIONE: Storie Cucite – Milano 2016
ETÀ CONSIGLIATA: dai 3-4 anni

A cura di: Elisa Mazzella, pedagogista

Massaggio infantile 0-12 mesi

Standard

IL CENTRO PERINATALE MAIA ORGANIZZA una mattina DI

MASSAGGIO INFANTILE

DESTINATARI: genitori e bambini 0-12 mesi

SABATO 9 FEBBRAIO 2019 ORE 10.00

LUOGO: Centro Perinatale Maia in via Fratelli Bandiera 17, ARONA

CONDUCE: Chiara Crocco, Ostetrica

 Guidati dall’ostetrica i genitori potranno imparare la tecnica del massaggio infantile. Il massaggio non è solo curativo, non ha il solo scopo di fornire sollievo ai neonati da meteorismo, stipsi e coliche, è molto di più. Oltre a favorire il rilassamento, migliorando il ritmo sonno-veglia, favorisce il bonding, ovvero il processo di attaccamento che avviene dopo la nascita tra il bambino e la mamma, o meglio, i genitori. Può essere particolarmente utile in caso di parti traumatici e in situazioni particolari come le adozioni. Il massaggio rafforza la relazione e diviene un modo di comunicazione profonda, portando anche effetti positivi sullo sviluppo e la maturazione del bambino dal punto di vista sia fisico, sia psicologico sia emotivo. Il corso può essere frequentato dalla mamma, dal papà o da entrambi i genitori con il proprio bambino.

Costo incontrO: 12 per i tesserati

E’ necessario prenotarsi inviando una mail a: centroperinatalemaia@gmail.com

o un sms al numero: 3925694549

massaggio infantile generale - 2019.jpg

Serate formative per genitori, educatori ed insegnanti

Standard

Il Centro Perinatale Maia organizza SERATE FORMATIVE,

rivolte a genitori, educatori ed insegnanti.

 

leggere-col-proprio-bambino-maxw-654.jpgGiovedì 21 Febbraio ore 20.30

“Ad alta voce”. Pedagogia della lettura nella prima infanzia.

Per tutti coloro che desiderano scoprire e approfondire il tema della lettura ad alta voce dal periodo pre-natale fino ai sei anni di età.

Leggere, ascoltare storie, narrarle e immaginarne di nuove. Sono pratiche antiche che da sempre permettono al bambino e anche all’adulto di comprendere e interpretare il mondo, di fare esperienza dell’ascolto di sé e dell’altro e di favorire l’immaginazione e la creatività che ciascuno possiede. In particolare i libri di figure e gli albi illustrati possono esercitare un fascino irresistibile, perché quando le parole si stringono alle immagini, la narrazione porta con sé una carica sensoriale ed emozionale ancora più forte.

La serata intende esplorare il tema della lettura ad alta voce dal periodo pre-natale fino ai sei anni di età, partendo dai benefici che questa pratica offre dal punto di vista emotivo, relazionale, affettivo, cognitivo e linguistico. Durante l’incontro scopriremo come si sceglie un libro, quali sono i tempi e gli spazi della lettura e come possiamo creare l’incanto della narrazione con un bambino o un gruppo. In questo viaggio non mancheranno ascolti, letture di albi illustrati e semplici esperienze che verranno proposte ai partecipanti.

L’incontro è rivolto a educatori, insegnanti, genitori, nonni e a tutti coloro che desiderano approfondire il tema della lettura ad alta voce.

Conduce: Elisa Mazzella, pedagogista e musicoterapista.

 


katy_perry_wide_awake_.jpg

Giovedì 21 Marzo ore 20.30

“Inventando fiabe”. Serata esperienziale sull’invenzione della propria fiaba.

Un modo per coccolare le proprie parti bambine e per accompagnare i nostri piccoli a fare altrettanto.

Durante la serata avremo la possibilità di lasciarci andare ad un mondo fantastico, quasi onirico, per inventare la nostra fiaba. Questo potrebbe permetterci di entrare in contatto con le nostre parti piccole divertendoci e di acquisire semplici stimoli di lavoro da realizzare insieme ai nostri bambini.

Conduce: Laura Carbonati, psicologa e psicoterapeuta.


 

tempo-pieno-in-tutte-le-scuole-primarie-si-o-no-72461979[1605]x[670]780x325.jpgGiovedì 11 Aprile ore 20.30

“6-10 anni” L’età dimenticata.

Compiti evolutivi, conquiste e fatiche di un’età spesso “dimenticata” ma altrettanto importante quanto la prima infanzia e l’adolescenza.

Una serata rivolta a genitori, insegnanti ed educatori riguardante un’età spesso “dimenticata” sia dai professionisti (poche pubblicazioni, articoli e serate formative in merito) che dai genitori stessi: quella dai 6 ai 10 anni. Oggi sono numerosi gli incontri tematici e le pubblicazioni sia scientifiche che divulgative sul tema della prima infanzia e dell’adolescenza. Come se queste età fossero quelle a cui prestare un’attenzione particolare. In un caso perché si dice che “i primi anni di vita siano i più importanti, quelli decisivi”, nell’altro in quanto si tratta di un’età caratterizzata da numerosi e sconvolgenti cambiamenti. Cosa dire invece dell’età di mezzo”? Quella che gli psicoanalisti definiscono l’età della latenza”? quella durante la quale in apparenza sembra essere tutto “tranquillo”, in cui gli equilibri sembrano assestati? Anche durante questa fase della vita il bambino è chiamato a compiere specifici compiti evolutivi che lo preparano ad entrare nell’adolescenza e nella successiva età adulta. Da queste premesse nasce l’idea di una serata di riflessioni psico-pedagogiche sull’età “dimenticata” alla quale è invece importante dedicare molta attenzione.

Conducono: Laura Carbonati, psicologa e psicoterapeuta. Angelarita Miglietta, pedagogista clinico.

 


Martedì 14 Maggio ore 20.30bambini-che-disegnano-o-che-scrivono-31545377.jpg

“Pedagogia della grafomotricità nella scuola dell’infanzia e nei primi anni della scuola primaria”

Principi e strategie di educazione motoria per l’apprendimento della scrittura.

Negli ultimi anni i bambini italiani dimostrano di incontrare frequenti, a volte eccessive, difficoltà nell’apprendimento della scrittura. Occorre rivedere i programmi di insegnamento già dalla scuola dell’infanzia per offrire nuove opportunità di sviluppo psico-motorio funzionale ad un corretto percorso di apprendimenti. La serata si propone di indicare suggerimenti efficaci, utilizzando alcuni metodi pedagogico-educativi.

Conduce: Angelarita Miglietta, pedagogista clinico.

 

Costo serata singola: € 20

E’ necessario prenotarsi inviando una mail a: centroperinatalemaia@gmail.com o un sms al numero: 392.5694549

visita la nostra pagina Facebook: Centro Maia Arona 

Le serate si terranno presso i locali del Centro Perinatale Maia in via Fratelli Bandiera 17 Arona

serate formative 2019.jpg

 

Gruppi di accompagnamento al lutto perinatale

Standard

GRUPPI DI ACCOMPAGNAMENTO AL LUTTO PERINATALE.

Visualizza immagine di origine

Il Centro Perinatale Maia, grazie al contributo della Fondazione Comunità del Novarese, organizza gruppi di accompagnamento al Lutto Perinatale gratuiti rivolti alle famiglie che hanno vissuto questa esperienza, residenti nel territorio della Provincia di Novara.

1 donna su 6 in Italia (Ravaldi – 2011), perde un bambino in gravidanza, durante o subito dopo il parto. Si tratta di un evento molto doloroso, spesso taciuto e vissuto in solitudine da madri e padri. La società in cui viviamo, dove bisogni e desideri possono apparentemente essere soddisfatti nell’immediato, non è in grado di farsi carico di una sofferenza così drammatica e mette in atto alcuni meccanismi che non aiutano la coppia a percorrere il fisiologico processo di rielaborazione del lutto. Troppo spesso il dolore viene negato (“Per fortuna non era ancora un bambino!”, “Siete giovani, ne farete subito un altro”, “Non pensateci più sono cose che capitano”).

Claudia Ravaldi, stimata collega che si occupa di Lutto Perinatale dal 2006, nel suo libro “Il sogno infranto” (2016) ricorda come ciascuno sia chiamato a prendersi cura del proprio lutto: siamo responsabili delle decisioni che prenderemo per attraversarlo.

La letteratura scientifica al riguardo concorda sul fatto che per evitare la complicazione del lutto possono essere utili diversi strumenti tra cui ciascuno può scegliere quelli che rispondono meglio ai propri bisogni: la lettura di testi specifici, i percorsi di gruppo, il supporto psicologico individuale o di coppia, la psicoterapia (laddove l’esperienza del lutto apre al desiderio di andare oltre). L’obiettivo finale è quello di “stare meglio” con se stessi, con gli altri, e di ritrovare l’energia e le risorse per riprendere in mano la propria vita. La responsabilità di prenderci cura del nostro lutto è fondamentale anche pensando alla eventuale presenza di altri figli.

Il processo di rielaborazione del lutto è fisiologico, ma a volte qualcosa si inceppa, soprattutto laddove l’esperienza della perdita è negata: come posso essere in lutto per qualcosa che gli altri ritengono non essere mai esistito? (C. Haussaire Niquet, 2004). Per questo è importante che chi è attorno alla coppia nell’immediato (operatori sanitari, parenti e amici) possa favorire un accompagnamento precoce. Successivamente la persona può darsi il tempo ed uno spazio per occuparsi del proprio lutto.

Come Centro Perinatale Maia proponiamo alle famiglie in lutto due tipi di interventi:

* sedute individuali e/o di coppia con una psicologa psicoterapeuta (a pagamento)

* gruppi di accompagnamento al lutto perinatale (gratuiti grazie al sostegno della Fondazione Comunità del Novarese e delle donazioni di privati).

In questo articolo vorremmo presentare brevemente il Progetto “Trasformare il Dolore”, nome che abbiamo dato ai percorsi di gruppo sopra citati. E’ una proposta a cui teniamo molto perché si tratta di un progetto pioneristico nel nostro territorio, e soprattutto si è rivelato, per coloro che lo hanno sperimentato, molto utile nel loro processo di attraversamento del lutto. La Fondazione ha voluto credere in noi e questo ha permesso di poterlo proporre alle famiglie come servizio gratuito. Tutti devono avere il diritto di poterne beneficiare al di là delle proprie possibilità economiche. La perdita di un bambino è per noi una perdita che riguarda l’intera comunità e non soltanto la singola famiglia. Speriamo che questo messaggio possa essere diffuso nella nostra realtà locale affinché chi si trova a vivere questo dolore non sia più solo.

Percorso di gruppo rivolto ai genitori.

Vi possono partecipare sia la coppia che il singolo (padre o madre). Sono condotti da una psicologa psicoterapeuta e una musicoterapista e si snodano in 5 incontri da un’ora e mezza ciascuno. Le date e l’orario verranno concordati insieme cercando di venire incontro alle diverse esigenze. Ogni gruppo accoglie un massimo di 10 persone al fine di garantire un clima di intimità e un lavoro di qualità. Gli strumenti utilizzati sono la parola (condivisione, narrazione, ascolto) e il canale sonoro musicale. Non è necessario sapere suonare uno strumento, il professionista ci guiderà attraverso l’ascolto di musiche e la libera espressività musicale che permetteranno alle nostre emozioni di trasformarsi in suoni e in parole. Uno dei benefici più grandi che offre l’esperienza del gruppo è quella di non sentirsi più soli ma finalmente di trovare qualcuno con cui condividere il dolore sentendosi compresi nel profondo.

Percorso di gruppo rivolto ai fratelli.

Il progetto prevede la realizzazione di gruppi anche con i fratelli. Questo perché la perdita di un bambino non colpisce solo la coppia, ma anche chi vi sta intorno: nonni, parenti, amici e soprattutto, laddove presenti, i fratellini o le sorelline nati prima o dopo l’evento luttuoso. Ad essi è importante dedicare uno spazio e un tempo privilegiati e specifici perché hanno bisogno, forse ancor più dell’adulto, di essere accompagnati nella rielaborazione di questa perdita improvvisa. Domande, dubbi, paure, sensi di colpa si insinuano nella loro mente e nel loro cuore per questo è fondamentale accoglierle e stare loro vicino per sostenerli nella ricerca di un senso. I genitori sono giustamente molto presi dal loro lavoro di rielaborazione che difficilmente possono occuparsi adeguatamente anche di quello dei loro piccoli. C’è bisogno di nuovo di una comunità che si attivi e che non lasci soli.

Da queste premesse nasce l’idea di proporre brevi percorsi di gruppo anche ai fratelli. Condotto da una psicologa psicoterapeuta e da un’operatrice di biodanza, anch’essi constano di 5 incontri della durata di 1 ora e mezza ciascuno. Si lavorerà attraverso l’utilizzo di strumenti che il bambino conosce molto bene: storie, disegni, lavoro con il corpo e la danza accompagneranno anche i più piccoli in un percorso di consapevolezza e senso.

Sia per gli incontri rivolti agli adulti che per quelli rivolti ai bambini è previsto un colloquio preliminare con i/il genitore al fine di capire insieme se l’esperienza proposta può rispondere ai bisogni.

Ciò di cui non si può parlare fa paura e soprattutto i sentimenti di dolore, sofferenza, spavento, disperazione legati al “non detto” possono tramettersi da una generazione all’altra se non è possibile esprimerli e dare loro un nome, un volto, un senso. Per questo occuparsi del proprio lutto e di quello dei nostri piccoli è un “lavoro” e una responsabilità.

Come operatori del Centro Perinatale Maia vogliamo mettere a disposizione le nostre professionalità ma anche la nostra persona e umanità per stare vicino e accompagnare in questo cammino tutti coloro che, grandi e piccini, vorranno scegliere con coraggio di attraversare il proprio dolore e di trasformarlo.

Dott.ssa Laura Carbonati

Psicologa – Psicoterapeuta

Per chi fosse interessato a partecipare ai gruppi può contattare direttamente la Dott.ssa Laura Carbonati psicologa, psicoterapeuta, referente del progetto e conduttrice dei gruppi, al numero 349.2137768.

Laboratorio alimentare 3-6 anni

Standard

Sabato 2 Febbraio 2019 ore 10.00

Laboratorio con dietista/nutrizionista:

“Scopriamo il mondo dei legumi”

per bambini 3-6 anni.

“SCOPRIAMO IL MONDO DEI LEGUMI” Che cosa sono i legumi e perché sono così importanti per la nostra salute? Attraverso il gioco sensoriale e creativo bimbi e genitori potranno conoscere meglio questi preziosi amici e saranno invogliati a proporli più spesso sulle loro tavole!”

Conduce Marcella Serioli, dietista e nutrizionista.

L’incontro si terrà presso il Centro Perinatale Maia, in via Fratelli Bandiera 17 ARONA

E’ necessaria la prenotazione inviando una mail a centroperinatalemaia@gmail.com oppure un sms al numero 392.5694549.

dietista nutrizionista febbraio 2019.jpg